Esami ORL


La visita otorinolaringoiatrica prevede la valutazione dell’orecchio mediante otoscopia, la valutazione del cavo orale e delle cavità nasali con il semplice ausilio della luce frontale e di una semplice strumentazione.

Il moderno sviluppo tecnologico ha previsto l’utilizzo delle fibre ottiche nella diagnostica ORL.

 

RINOFIBROLARINGOSCOPIA

Il fibroscopio è un sottile sondino attraversato da fibre ottiche che, introdotto nella cavità nasale permette lo studio delle  fosse nasali, del cavo rinofaringeo, e posteriormente della faringe e della laringe.

L’esame non è doloroso e non richiede anestesia locale. La durata complessiva dell’esame è di pochi minuti. Si  può eseguire sia agli adulti che ai bambini.

Nei bambini permette la valutazione dell’eventuale impegno rinofaringeo da parte delle adenoidi.

Negli adulti permette la valutazione delle cavità nasali (per deviazione del setto nasale, sinusopatie, poliposi); del rinofaringe (per eventuali neoformazioni o valutazione delle tube d’Eustachio); del distretto ipofaringolaringeo (per roncopatia notturna, reflusso gastrico, patologie delle corde vocali  e della laringe in generale)

 

ESAME AUDIOMETRICO TONALE

L’esame audiometrico tonale permette di valutare un eventuale calo dell’udito in senso qualitativo (ipoacusa percettiva o trasmissiva) e quantitativa (quali frequenza e intensità interessate).

E’ un esame semplice, non invasivo e di breve durata che viene eseguito in ambiente silente in regime ambulatoriale. Al paziente viene richiesto di segnalare tutte le volte che percepisce un suono emesso da una cuffia auricolare, a diverse intensità per tutte le frequenze del campo tonale.

 

IMPEDENZOMETRIA

L’esame impedenzometrico permette di valutare l’impedenza del sistema timpano-ossiculare (membrana timpanica ed ossicini) cioè la resistenza presentata dall’orecchio medio al passaggio del suono e il riflesso del muscolo stapedio (come evidenza di otosclerosi).

E’ un esame semplice, non invasivo e di breve durata che viene eseguito  in regime ambulatoriale, dura pochi minuti ed è del tutto indolore.
 Viene eseguito inserendo una piccola sonda nell’orecchio del paziente.
 Fornisce informazioni sull’udito del paziente ma soprattutto consente di valutare l’integrità della via acustica centrale con l’esecuzione di alcuni test otoneurologici.

Al paziente viene eseguito una piccola sonda dell’orecchio senza che venga richiesto alcun riscontro. Per questo motivo può essere eseguito facilmente anche ai bambini (per valutazione di ipoacusia trasmissiva in caso di ipertrofia adenoidea).