Naso e seni paranasali


RINITI

Si tratta di una flogosi della mucosa delle cavità nasali comunemente ad eziologia virale (rhinovirus, virus parainfluenzali) nota come coriza o raffreddore.

I sintomi di presentazione sono l’ostruzione respiratoria nasale e la presenza di  secrezioni sierose abbondanti (che divengono muco-purulente in caso di sovrainfezione batterica). La terapia è medica mediante utilizzo di lavaggi nasali ed anti-infiammatori locali.

Altra patologia frequente (circa il 20% delle infiammazioni nasali) è rappresentata dalla forma allergica.

Esistono forme perenni (es. acari della polvere, pelo animale) e stagionali (pollini, fioritura). Il quadro di presentazione è costituito da ostruzione nasale con idrorrea, starnutizione, prurito, ed eventuale congiuntivite.

La terapia di tale forma è medica con utilizzo di steroidi, anti-staminici sia per via topica che per via sistemica. E’ inoltre da segnalare il ruolo svolto dalla vaccinoterapia sublinguale per desensibilizzare il paziente all’allergene.

Infine vi è una forma vasomotoria che presenta il medesimo quadro clinico di quella allergica in assenza della stimolazione allergenica. Il trigger è rappresentato da stimoli termici, chimici. La terapia è la medesima delle forme allergiche pur con inferiori risultati.

 

SINUSITI

La sinusite è un’infiammazione dei seni paranasali, invariabilmente associata a flogosi della mucosa nasale.

Si distinguono forme acute, subacute e croniche ad eziologia micotica, virale o batteriche.

I sintomi classici della sinusite sono rappresentati dalle secrezioni nasali, dal dolore facciale, e dall’eventuale compromissione olfattiva. Lo specialista ORL valuterà il quadro di flogosi mediante l’endoscopia nasale e la TC del massiccio facciale senza mezzo di contrasto. La terapia medica si avvale di antibiotici, corticosteroidi, anti-infiammatori, docce nasali.

La terapia chirurgica, un tempo effettuata mediante approcci esterni, oggi si esegue in endoscopia nasale (FESS: Functional Endoscopic Sinus Surgery) che garantisce un minor trauma per la mucosa nasale e miglior decorso post-operatorio.

 

POLIPOSI NASO SINUSALE

E’ una patologia cronica ad eziologia non completamente nota (fenomeni allergici/disimmuni) che si caratterizza per edema della sottomucosa sinusale con conseguente formazione di polipi (che non sono quindi di natura tumorale ma bensì infiammatoria).

I sintomi sono rappresentati dall’ ostruzione nasale ingravescente , dalla secrezione nasale, e dall’eventuale compromissione olfattiva. La diagnosi ed il trattamento sono sovrapponibili a quelli per la sinusite ma è tuttavia importante segnalare la tendenza alla recidiva della patologica (soprattutto in pazienti poli-allergici, asmatici, intolleranti all’ASA).

 

DEVIAZIONE DEL SETTO NASALE

E’ una patologia molto frequente su base congenita e/o acquisita (eventi traumatici).

Il sintomo cardine è l’ostruzione nasale progressivamente ingravescente, a volte aggravato da episodi rino-sinusitici favoriti dalla deviazione stessa.

Lo specialista ORL valuterà l’entità della deviazione mediante la visita, l’endoscopia nasale e la TC del massiccio facciale senza mdc.

La terapia è chirurgica mediante intervento di settoturbinoplastica funzionale

E’ un intervento semplice e sicuro. Non si utilizza più il tamponamento nasale e questo rende il decorso post operatorio più semplice e meno doloroso. Richiede un ricovero ospedaliero di un giorno e un riposo domiciliare di una settimana circa. Nel caso il paziente desideri modificare l’aspetto della piramide nasale è possibile abbinare tale intervento alla rinoplastica. Altrimenti non verrà modificata la forma estetica del naso. 

 

TUMORI BENIGNI

Si tratta di un gruppo eterogeno di patologie poco frequenti quali il fibroangioma sanguinante, gli osteomi e il papilloma invertito che si caratterizza per la crescita espansiva con possibile erosione delle strutture ossee del massiccio facciale.

Lo specialista ORL valuterà le lesioni mediante la visita e l’endoscopia e chiederà un approfondimento diagnostico della lesione e del massiccio facciale mediante imaging (TC, RM ) e biopsia della lesione. La terapia è chirurgica in endoscopia nasale.

 

TUMORI MALIGNI

I tumori maligni delle fosse nasali e dei seni paranasali costituiscono l’1% di tutte le neoplasie maligne.

Vi è una notevole eterogeneità istologica (es. carcinomi squamosi, adenocarcinomi, melanomi, carcinomi mucoepidermoidi…). Purtroppo in fase iniziale queste malattie presentano sintomi banali e poco specifici (epistassi, ostruzione nasale, algia sinusale) ed il ritardo diagnostico è assai frequente.

Lo specialista ORL valuterà le lesioni mediante la visita e l’endoscopia e chiederà un approfondimento diagnostico della lesione e del massiccio facciale mediante imaging (TC, RM ) e biopsia della lesione. La terapia è chirurgica con tecnica endoscopia e\o open.